Logo Life
Progetto Giada

PROGETTO GIADA: L’EMERGENZA INQUINAMENTO DELL’ARIA È RIENTRATA

I dati relativi al 2007 confermano il netto miglioramento della qualità dell’aria nel distretto vicentino della concia

Vicenza – Le azioni intraprese dall’Agenzia Giada hanno permesso la chiusura definitiva dello stato di emergenza causato dalle emissioni di composti organici volatili nell’atmosfera della Valle del Chiampo. Lo confermano i dati relativi al monitoraggio 2007, presentati ieri nella sala consiliare del comune di Montebello, dall’assessore provinciale all’Ambiente Antonio Mondardo e dal responsabile dell’Agenzia Andrea Baldisseri. Questi dati vanno a completare un’analisi dello stato di salute del distretto partita nel 2000.
Il campionamento è stato eseguito in base a quattro tipologie di punti di rilevamento: A – abitativi (in cui ci si aspetta un livello contenuto di inquinamento), B – bianchi (in cui dovrebbe essere presente una concentrazione molto bassa di inquinanti), C – caldi (zone produttive in cui ci si aspettano i livelli più alti) e AB – intermedi (sono punti a mezza costa che servono per monitorare particolari situazioni territoriali vista la conformazione geografica della valle).
Nei punti abitativi, la media delle immissioni di solventi è passata da 90 microgrammi al metro cubo (1996) a 49 (2007), nei punti intermedi da 120 a 23, nei punti bianchi da 70 a 13 (emissioni imputabili al solo traffico di autoveicoli) e nei punti caldi, quelli maggiormente influenzati dagli insediamenti produttivi, è passata da 290 a soli 49 microgrammi per metro cubo; tutti valori inferiori alla soglia di qualità fissata in 50 microgrammi al metro cubo.
Si nota inoltre che la riduzione è avvenuta per tutte le tipologie di prodotti del distretto (arredamento, calzature, pelletteria ecc.).
Altro dato significativo è quello relativo al consumo di solventi chimici da parte delle aziende, che è passato da 18 milioni e 449 mila kg all’anno del 1996 a 6 milioni e 573 mila kg del 2007.
In un momento di crisi economica, come quello attuale, di conseguenza ad un sensibile calo della produzione, le aziende cercano generalmente di abbassare alcuni costi del ciclo produttivo. Gli imprenditori del distretto, in questa occasione, non sono invece tornati sui propri passi ma hanno continuato ad utilizzare prodotti a basso contenuto di solventi, nonostante il costo unitario più elevato. Quest’ultimo è un importante segnale che ha a che fare con l’atteggiamento positivo nei confronti del territorio e il crescente rispetto per l’ambiente.
La fase di emergenza risulta quindi definitivamente conclusa, si entra ora in una logica di programmazione della sostenibilità ambientale basata sul mantenimento dei risultati ottenuti e sul continuo miglioramento. La prossima assemblea dei sindaci del distretto si svolgerà alla fine di settembre: in questa occasione verranno discusse ed analizzate le prossime matrici su cui si concentreranno gli interventi dell’Agenzia Giada. Tra queste la sperimentazione della fotocatalisi per l’abbattimento delle polveri sottili, la tutela delle acque primarie e superficiali, il risparmio energetico, la gestione dei rifiuti e la certificazione ambientale di amministrazioni, aziende e di prodotto. Il Ministero dell’Ambiente sta dimostrando una grande attenzione nei confronti delle attività dell’Agenzia, prendendo il distretto conciario vicentino come punto di riferimento per altre realtà del territorio nazionale: i risultati di oggi sono infatti l’esito di una rara e forte sinergia tra la Provincia, i Comuni, le associazioni di categoria e il mondo imprenditoriale.



Ricerca
Effettua una ricerca all'interno del sito
Newsletter
Iscriviti alla newsletter, un utile strumento che vi permetterà di essere sempre aggiornati.
Logo Provincia di VicenzaLogo Arpav
Enti partecipanti
Comune di AlonteComune di AltissimoComune di ArzignanoComune di BrendolaComune di CastelgombertoComune di ChiampoComune di CrespadoroComune di GambellaraComune di LonigoComune di MontebelloComune di Montecchio MaggioreComune di MontorsoComune di NogaroleComune di San Pietro MussolinoComune di SaregoComune di TrissinoComune di Zermeghedo
Sito aggiornato il 23/01/2018